pisana fu annientata da quella genovese e segnò l'inizio della decadenza. Perse i suoi diritti sulla Corsica e la Sardegna e, in seguito a lotte intestine, tutti i capisaldi del suo Impero marittimo, per cedere poi nel 1406 a Firenze. Da allora i Medici si dedicarono particolarmente alla tutela della città, valorizzandone il patrimonio scientifico e culturale. Fu in quest'ambito particolare che Pisa dette i natali a Galileo Galilei, che si distinse fin da giovanissimo nello studio della fisica e dell'astronomia, anche se, pur colmato di onori dal granduca di Toscana Cosimo II, fu costretto, settantenne, a rinnegare davanti al Tribunale dell'Inquisizione le sue teorie sulla rotazione della terra.

Pisa e la sua arte.

Fu soprattutto nel campo dell'architettura e della scultura che la prosperità economica e la potenza marinara di Pisa, dall'XI al XIII secolo, fecero fiorire dei caratteri fortemente innovativi nell'arte, quasi un preludio al Rinascimento. Si può parlare a buon diritto di uno stile che influenzò le coeve correnti artistiche in gran parte d'Italia.

Il Romanico Pisano:

Il Duomo

Il Duomo è l'esempio più rigoroso dello stile romanico pisano,

<< indietro